mercoledì 20 gennaio 2010

Conoscere e discutere le tecnologie di Google? Anche in Italia nascono i GTUG

Ci viene segnalata una bella iniziativa italiana per coinvolgere tutti gli appassionati di Google e i professionisti che utilizzano quotidianamente i tanti tools del colosso di Mountain View: il Firenze-GTUG (Google Technology UserGroup italiano), di cui Francesca e Alberto sono i fondatori, nasce con l’intento di condividere esperienze, idee, modi d’uso e criticità relativamente alle tecnologie offerte da Google. La directory di GTUG raccoglie l’attività di tutti i gruppi nati nel mondo: solo in Italia ce ne sono attualmente tre, a Roma, Palermo e, appunto, Firenze.

Benché il Firenze-GTUG nasca dall’esigenza di un gruppo di sviluppatori di creare una comunita’ italiana di tecnici interessati all’uso professionale delle tecnologie di casa Google, dopo un brevissimo periodo di vocazione tecnica ci siamo resi conto che l’impatto di tali strumenti andava oltre gli aspetti da “adetti ai lavori” e lo scopo del gruppo si e’ allargato a comprendere sia aziende che vogliono mostrare come alcuni strumenti siano di grande impatto nel loro lavoro e, magari, in cerca di speciali expertise, sia ad utilizzatori che, pur non essendo sviluppatori, vogliono approfondire le loro conoscenze o semplicemente dire la loro. [via]

Il prossimo 5 Febbraio 2010 dalle ore 10:00 alle ore 12:00 presso il Dip. di Matematica “U.Dini” a Firenza si svolgerà il “Firenze-GTUG Kick-off“, il primo incontro del Google Technology User Group di Firenze, durante il quale verrano presentate e discusse le iniziative per i prossimi mesi (incontri tecnici, hackathon, workshops, etc…) e le possibilità offerte dalla partecipazione al gruppo (e.g. il Google Qualified Developer Program).

Nei prossimi potrete trovare il programma completo dell’incontro sulla pagina ufficiale dell’evento. Chi non può partecipare di persona potrà comunque seguire l’evento in streaming e intervenire “live” tramite una wave dedicata per contribuire alla crescita del gruppo con proposte e suggerimenti.

L’incontro è gratuito, iscrivetevi!

www.googlisti.com

sabato 16 gennaio 2010

Barbareschi Sciock (e copione)

Luca Barbareschi
Mi rivolgo a quei pochi fortunati che ancora un lavoro ce l'hanno, magari a 800€ al mese e a tempo determinato. Andate dal vostro datore di lavoro e ditegli che d'ora in poi verrete in ufficio un giorno sì e uno no, perchè voi con la miseria di stipendio che percepite non potete andare avanti. Un calcio in culo e vi ritrovate con una scatola di cartone zeppa di penne e matite, seduti sul marciapiede.

Luca Barbareschi è parlamentare della XVI legislatura e percepisce uno stipendio lordo di 23.000€, più benefit. A novembre è stato accertato che andava in ufficio (alla Camera) meno di una volta su due: solo il 47,7% delle volte perchè lui, con soli 23.000€ al mese, proprio non riesce ad andare avanti. Così, visto che a Montecitorio ci andava anche troppo, ha deciso che doveva assolutamente trovarsi qualcos'altro da fare. Dal 22 gennaio, per 12 puntate, andrà in onda su LA7 con Barbareschi Sciock.

martedì 5 gennaio 2010

Intervento di Athos Gualazzi (Partito Pirata) a Neapolis, puntata 04/01/2010

Athos Gualazzi, presidente dell'Associazione Partito Pirata, parla a Neapolis del libero download dei contenuti digitali. Appaiono anche spezzoni degli spot realizzati dall'ISIA di Firenze, con la supervisione di Francesco Fumelli, e dai Verdi europei (I Wouldn't Steal)

# Partito Pirata #
Sito: http://www.partito-pirata.it/
Facebook: http://facebook.com/partitopirata
Twitter: http://twitter.com/partitopirata

# Spot #
* Surf the net, don't net the surf (ISIA): http://bit.ly/CLg0j
* I Wouldn't Steal: http://iwouldntsteal.net/

# Puntata originale, su Rai.tv #
http://bit.ly/7ajKml